martedì 11 marzo 2014

Cosa non deve mangiare il nostro cane

Il veterinario è il vostro primo punto di riferimento per una corretta alimentazione del vostro cane. Ogni cane ha delle specificità uniche.
Ma esistono dei cibi che in generale i nostri amici pelosetti dovrebbero assolutamente evitare.




Uva e uvetta: l’assunzione di queste due sostanze nel cane può portare ad insufficienza renale.
Caffeina (caffè e tè): In piccole dosi non è dannoso, ma una somministrazione eccessiva di tale sostanza può portare a morte il nostro cane. I sintomi classici sono irrequietezza, frequenza respiratoria aumenta, tremori muscolari, e convulsioni.
Cipolle (soprattutto per i cuccioli): All’interno della cipolla c’è una sostanza altamente tossica chiamata tiosolfato. Questa tipo di sale distrugge i globuli rossi ed è causa di anemie emolitiche molto pericolose per i nostri amici (possono in alcuni casi causare la morte dell’animale).
Ricorda che il tiosolfato non viene impoverito neanche dopo cottura. Quindi non dare MAI la cipolla al tuo cane,  è dannosissima e pericolosissima.
Aglio: come la cipolla può portare a rottura i globuli rossi con conseguente anemia per emolisi. L’assunzione accidentale di queste sostanze è solitamente innocua ma una continua somministrazione di tali materiali può portare ad intossicazione, con tutti i sintomi classici dell’anemia.
Frutta: evitare tutti quegli alimenti che contengono semi o noccioli che possono causare un ostruzione intestinale e conseguente morte dell’animale. In frutti come l’avocado è presente la persina, una sostanza tossica per i cani.
CioccolatoMolti di noi amano il cioccolato (io lo adoro!!), ma è l’alimento per eccellenza “tossico” per i cani, a causa della presenza di diteobromina nell'alimento. In particolar modo presta attenzione al cioccolato fondente perché contiene al suo interno sostanze stimolanti (caffeina, teobromina, teofillina) che sono molto dannose. Anche l’assunzione di piccole quantità può portare a vomito e diarrea. Nei casi gravi si può avere anche alterazioni cardiache, convulsioni, crisi di ipertensione arteriosa, tremori e aritmie cardiache e morte.
Dolci: questi portano spesso a diarrea e vomito. Inoltre una quantità eccessiva di zuccheri può portare ad obesità e conseguente diabete. In particolar modo bisogna fare attenzione allo xilitolo che può portare ad un aumento della quantità di insulina in circolo.
Alcolici: Queste sostanze (di ogni tipo, dalla birra ai superalcolici) possono portare a vomito, diarrea, problemi di coordinazione, difficoltà respiratoria, coma e in casi estremi morte.
Latte ( per cani adulti e anziani): con l’avanzare dell’età il cane tende a perdere quegli enzimi che da piccolo gli consentivano di digerire il latte, per questo motivo è meglio evitare la somministrazione di tale sostanze agli adulti, perchè potrebbero portare a diarrea o altri disturbi digestivi.
Uova, carne e pesce crudi: Noi nn mangiamo cib crudi per evitare delle  patologie, così è anche per il cane. Cibi crudi possono portare a intossicazioni alimentari causata da salmonella o escherichia coli. Inoltre un enzima presente nelle uova va ad interferire con l’assunzione di vitamina B. Questo enzima viene disattivato con la cottura.

Come mi spiegava ultimamente la mia veterinaria, la maggior parte delle patologie riscontrate nei nostri cani è dovuta ad una cattiva alimentazione e il continuo aumento di cani obesi e diabetici ne è una prova!
Quindi fate attenzione!!!