mercoledì 16 dicembre 2015

Ti consiglio un film: The Fall (2006)

The Fall è un film, poco conosciuto, del 2006 diretto da Tarsem Singh. E' un remake della pellicola bulgara del 1981 Yo ho ho diValeri Petrov.

Nel 1915 lo stuntman Roy Walker (Lee Pace) rimane ferito gravemente alle gambe ed è a rischio paralisi dopo una brutta caduta durante le riprese di un film. Nell'ospedale di Los Angeles in cui è ricoverato incontra per caso una bambina, Alexandria (Catinca Untaru), finita in ospedale mentre raccoglieva le arance con la famiglia.

Felice di avere qualcuno con cui passare il tempo, Roy racconta una serie di stravaganti storie, ambientate ai quattro angoli della terra, arricchite dalla fantasie di Alexandria.
Ma dietro il comportamento giocoso e gaio di Roy, si cela un altro intento, le storie che racconta servono solo per sfruttare la bimba e fargli fare delle cose per lui. Finchè non succede un altro incidente e tutto cambia....

Fall-2006-Tarsem.png

Film molto particolare che potrebbe sembrare sconclusionato e senza senso, in realtà è un omaggio alla fantasia, al potere dell'immaginazione in cui l'assurdo diviene possibile.

Film ignorato dalla distribuzione italiana che ha persino "distrutto" il film con un doppiaggio ridicolo e a dir poco orrendo.
Un consiglio guardatelo in inglese, al massimo con i sottotitoli in italiano.


Vi lascio il trailer (in inglese, perchè in Italia il film non è uscito al cinema)

Carla

lunedì 7 dicembre 2015

Epic music: Audiomachine - Wars of faith

Eccoci con la 

Era troppo che non l'aggiornavo e ho una sfilza di musica da farvi sentire.
Oggi vi propongo un'ennesima canzone degli Audiomachine:
Wars of faith


Che ve ne pare?

Carla

venerdì 16 ottobre 2015

30 giorni di.... FILM #3

Terzo appuntamento con....
 

La domanda del giorno 3 è:
Quale è il tuo personaggio preferito??


Ci  ho pensato e ripensato e sono giunta alla conclusione, non troppo definitiva :), che il mio personaggio preferito é:

 

<< Buona sera, Londra…vi prego di scusarmi per questa interruzione….Ho pensato che avremmo potuto dare risalto a questo 5 novembre, un giorno ahimè sprofondato nell’oblio…Alcuni vorranno toglierci la parola… presto arriveranno degli uomini armati. Perché? Perché, mentre il manganello può sostituire il dialogo, le parole non perderanno mai il loro potere; perché esse sono il mezzo per giungere al significato, e per coloro che vorranno ascoltare, all’affermazione della verità, e la verità è che c’è qualcosa di terribilmente marcio in questo paese. Crudeltà e ingiustizia, intolleranza e oppressione. E lì dove una volta c’era la libertà di obiettare, di pensare, di parlare nel modo ritenuto più opportuno, lì ora avete censori e sistemi di sorveglianza, che vi costringono ad accondiscendere a ciò. Com’è accaduto? Di chi è la colpa? Ancora una volta, a dire la verità, se cercate il colpevole.. non c’è che da guardarsi allo specchio.
…più di quattrocento anni fa, un grande cittadino ha voluto imprimere per sempre nella nostra memoria il 5 novembre. La sua speranza, quella di ricordare al mondo che l’equità, la giustizia, la libertà sono più che parole: sono prospettive. Quindi, se non avete visto niente, se i crimini di questo governo vi rimangono ignoti, vi consiglio di lasciar passare inosservato il 5 novembre. Ma se vedete ciò che vedo io, se la pensate come la penso io, e se siete alla ricerca come lo sono io, vi chiedo di mettervi al mio fianco, ad un anno da questa notte, fuori dai cancelli del Parlamento, e insieme offriremo loro un 5 novembre che non verrà mai più dimenticato. >>


E il vostro personaggio preferito chi è???
 A presto
Carla 

venerdì 9 ottobre 2015

Ho finito un libro #24

Sono rimasta indietro con questa rubrica e oggi vi devo parlare di tre libri... Quindi iniziamo subito.
Ho finito:

1. Il Castello di Otranto - H. Walpole

Questo racconto è considerato il capostipite del romanzo gotico (luoghi tetri, oscuri, castalli, sotteranei bui e conventi.....) 
Assurdo (la storia inizia con una morte causata da un elmo gigantesco) surreale e paradossale, questo libro è l’unione tra le tematiche cavalleresche e quelle sentimentali stereotipate (amori perduti, dame che svengono, uomini eroici....). 

Lo stile di scrittura è davvero particolare. Non ci sono mai troppi dettagli noiosi che rischierebbero di renderlo illeggibile.
Insomma quante stelline merita??






2. Il piccolo principe - A. de Saint Exupéry

venerdì 2 ottobre 2015

Non ho finito un libro...E non lo finirò

Primo post e spero anche ultimo di questa tipologia... Parallelamente alla mia rubrica "Ho finito un libro", mi vedo infatti costretta a creare questa nuova tipologia di post:
NON HO FINITO UN LIBRO.....E NON LO FINIRÒ
Infatti ho iniziato a leggere un libro che purtroppo non mi piaceva, non c'è stato verso, odiavo persino il pensiero di accendere il kindle!!
Di cosa sto parlando??? 
Di "Tre uomini in barca" di J. K. Jerome 

Odio abbandonare i libri, e probabilmente questo libro è un capolavoro (rientra nella famosa lista dei 100 libri da leggere assolutamente), ma a me non piace e non sono arrivata neanche a metà.
Sono l''unica che non è riuscita a finirlo?

Carla

sabato 26 settembre 2015

Guerre tra case cosmetiche: Nivea vs NeveCosmetics

Non ho mai comprato prodotti #NeveCosmetics ,quindi non so bene come siano i loro prodotti, ma che un colosso come la Nivea faccia causa ad una piccola casa cosmetica italiana perché il nome è molto simile mi sembra ridicolo.
Di cosa sto parlando???

Il Tribunale di Milano nelle sentenza N. 9103 del 2015 emette la dichiarazione di nullità dei marchi "Neve" e "Neve Make up", piccola casa cosmetica bio italiana.
Ma per quale motivo?? 
Il colosso tedesco Nivea presente in tutto il mondo (nulla a che vedere con la piccola Neve C.) gli ha fatto causa perché, secondo loro, la parola "Neve" non può essere utilizzata da altri concorrenti nel settore cosmetico in quanto confondibile con Nivea.

Senza stare troppo a discutere sull'etimologia delle parole, penso che chiunque sappia distinguere la Parola Neve da Nivea, per di più i marchi hanno loghi molto diversi, confondersi mi sembra difficile: 
1442590489_NIVEA-CONTRO-NEVE-600x330


Allora per quale motivo accanirsi per così poco??
Sicuramente Nivea non si fa una bella pubblicità, soprattutto in Italia, dove le fan dei prodotti naturali e per di più cruelty free sono moltissime e agguerrite. E' subito  partita la campagna di solidarietà con  #iostoconneve  

Qui di seguito la pubblicazione su facebook della Casa 


E voi che ne pensate??
Carla

lunedì 14 settembre 2015

Ho finito un libro...#23

Ho letto:


    • Lo schiavo del tempo di Anne Rice 

    Ho letto da poco un altro libro della Rice, il ben più famoso Intervista col vampiro (clicca qui per il voto), ma vi devo dire che ho amato di più questo libro.

    Mi ha coinvolto a tal punto che non riuscivo a smettere di leggerlo ( ho sbagliato la fermata dell'autobus ben due volte, perchè non mi rendevo conto di dove fossi!! :P).

    In un viaggio dall'antica Babilonia a New York, questo libro  potrebbe stupirvi!!!

    Detto questo capirete quante stelline si merita secondo me:

    C'è solo una cosa che non mi va per nulla a genio: il titolo italiano.

    Non so chi ha voluto che in italiano questo libro fosse "Lo schiavo del tempo", stravolgendo il titolo originale "Servant of the Bones" (Servitore delle Ossa).
    Che problema c'era a lasciarlo anche in Italiano "Servitore delle Ossa", che è più adatto e coerente con il romanzo???
    Misteri dell'editoria..

    Ciaooo
    Carla

    giovedì 10 settembre 2015

    30 giorni di...Cartoni#3

    Ciaoooo a tutti
    siamo arrivati al terzo appuntamento con questo bel tag dedicato ai Cartoni....


    3. Cartone Disney preferito (1991 - oggi) ???

    Fare queste scelte è sempre difficilissimo...

    Nel 1991 è uscita La Bella e la Bestia, uno dei cartoni più belli di sempre, però nel '92 e nel '94 sono usciti rispettivamente Aladdin e Il re Leone....
    Poi c'è Lilo & Stitch (2002), che non è un capolavoro, ma che io adoro!!
    E infine la Disney se n'è venuta fuori nel 2013 con quella meraviglia di Frozen - Il regno di ghiaccio.

    Ditemi come si fa a scegliere, se quelli che vi ho citato sono solo alcuni dei più belli per me???

    Dopo sofferta riflessione stavo per scrivere Frozen, ma mi sono interrotta perchè pensandoci bene, ha si i personaggi più simpatici, fa ridere e racconta finalmente dell'amore fraterno (tra sorelle in questo caso), ma cavoli La Bella e la Bestia è La Bella e la Bestia!!!!
    Canzoni, musiche, personaggi e una morale che purtroppo il mondo moderno sta perdendo: GUARDARE OLTRE LE APPARENZE.

    Perciò vince: 
    La Bella e la Bestia


    <<Ma chère, mademoiselle. È con il più grande onore e grandissimo piacere che le diamo il benvenuto! E ora la invitiamo a rilassarsi, a mettersi comoda, mentre la sala da pranzo con orgoglio le presenta... la cena!>> 


    sabato 5 settembre 2015

    Libri: monthly teaser #5

    Buongiorno, lettori! 


    VI ricordate del 
    in cui Bisogna aprire una pagina a caso del libro che si sta leggendo e trascrivere un breve brano? 

    è tanto che non  lo aggiorno, ma il libro che sto leggendo ora merita veramente. 
    e anziche prendere una parte a caso del libro, ho deciso di  sceglierla io.
    Sto parlando dello schiavo del tempo di anne rice e l'estratto che ho scelto è il seguente:
     (è un po lungo, ma ne vale la pena!)

    <<…..E la Terra era davvero rotonda. Non era rimasto miglio che non fosse cartografato, che non avesse un nome o un proprietario. Non c'era zona incui non fosse possibile comunicare, perché le misteriose onde dei telefoni,delle radio e delle televisioni potevano essere lanciate nello spazio con i satelliti e ributtate sulla terra in qualsiasi località. A volte le immagini e i suoni della televisione riguardavano persone e avvenimenti che accadevano nell'istante in cui venivano trasmessi: si chiamava diretta TV.
    La chimica aveva raggiunto limiti impensabili, realizzando con l'estrazione, la decantazione, l'analisi e le combinazioni di ogni tipo nuove sostanze, materiali e farmaci. Il processo stesso di combinazione degli elementi si era sviluppato al punto che si verificavano trasformazioni fisiche, chimiche, reazioni a catena, reazioni chimiche, fusioni, per nominarne solo alcune. Le sostanze erano state scomposte fino a formarne di nuove, secondo un processo che non aveva limiti.
    La scienza aveva superato i sogni degli alchimisti.

    lunedì 31 agosto 2015

    Ti consiglio un film: The impossible

    E' un po che non vi consiglio un film, ma ieri sera ne ho visto uno che oltre ad avermi commosso profondamene, trovo sia meraviglioso.
    Sto parlando di THE IMPOSSIBLE di Juan Antonio BAyona del 2012 con Naomi Watts, Ewan McGregor e il bravissimo Tom Holland.

     

    Il film è ispirato alla vera storia di una famiglia inglese colpita dallo tsunami del 26 dicembre 2004 nell'Oceano Indiano.
    Non so cosa dire, a parte il grande impatto emotivo che il film crea. Come si possono dimenticare le migliaia di famiglie spezzate da una delle più grande catastrofi naturali mai avvenute.
    Ma accando alle vicende terribili della vicenda si riscontra il grande coraggio la compassione e l'amore di una famiglia e di un intero popolo di fronte a una delle più terrificanti esperienze che si possano vivere.
    Stelline: 


    Vi lascio con il video della colonna sonora "One" di Damien Rice

    Carla

    giovedì 27 agosto 2015

    Aggiornamento - ->Solari Hawaiian Tropic Silk Hydration

    Tempo fa scrissi una recensione sui Solari Hawaiian Tropic

    Volevo solo fare una piccola aggiunta per quanto riguarda il doposole (quello a destra nella foto), dato che ho avuto modo di provarlo molto. 
    Non sono così soddisfatta come per la crema solare, che invece mi piace moltissimo (ve lo dicevo qui).
    L'after sun non mi idrata molto la pelle, infatti mi sono spellata tantissimo e nonostante mettessi quintali di crema non idratava nulla. 
    Allora ho deciso di cambiare doposole, che non ha avuto effetti miracolosi, intendiamoci, ma mi ha migliorato un po la situazione delle gambe tutte screpolate.

    Spero vi possa essere d'aiuto. 
    Qualcuno ha riscontrato lo stesso problema?? O questa crema non piace solo a me??

    CARLA

    martedì 25 agosto 2015

    Ho finito un libro # 22

    Eccoci tornati dopo le vacanze. Spero siano andate bene a tutti.

    Cosa ho letto durante queste vacanze???

    Ho letto solo 2 libri:

     - Intervista col vampiro di Anne Rice

    Penso sia uno dei migliori libri sui vampiri. Niente romanticismo smielato, ma solo magnifiche descrizioni sui conflitti interiori di Louis, che io mi immaginavo come Brad Pitt dell'omonimo film ( con l'eccezione che nel libro Louis è moro e non biondo!).
    In questo libro ci sono i "veri" vampiri che io mi sono sempre immaginata. 


    Quante stelline merita?





    -  Felicemente Irresponsabile di Ariella Papa

    Eccoci con un classico libro da spiaggia. Cavoli mi è piaciuto tantissimo, letto in 5 giorni!!
    Storia di una ragazza cipriota, Voula Pavlopous, che vive negli Stati Uniti in cerca di emancipazione e distacco dalle tradizioni del suo popolo.....
    Un libro spensierato e molto scorrevole.


    Felicemente irresponsabile

    Quante stelline merita?


    giovedì 16 luglio 2015

    Name Tag - Film

    Bentornati, dopo una breve assenza per i troppi impegni rieccomi con un nuovo Tag.

    In molti hanno pubblicato questo tag nella versione libri...Io non ho avuto ancora modo di farlo perché sono molto indecisa su alcuni libri, perciò mi sono inventata quest'altro tag!!!

    A dire il vero non mi sono inventata un bel niente, ho solo adattato il tag che vi dicevo ai film.
    Quindi cosa bisogna fare??
    Bisogna semplicemente scegliere il miglior film che ci viene in mente (quello che ci piace di più o il "meno peggio" ) per ogni lettera del nostro nome.
    Quindi...
     Immagine lettera C
    Chi ha incastrato Roger Rabbit? 


     Immagine lettera A
    Alien  

    lunedì 29 giugno 2015

    False credenze: la stampa

    Chi fu il primo ad usare la stampa a caratteri mobili????Johann Gutenberg????
    Così risponderemmo in molti, perché è questo quello che ci hanno insegnato a scuola. Chi non ha mai sentito parlare della Bibbia di Gutenberg?

    Bibbia di Gutenberg
    J. Gutenberg

    Ma siamo proprio sicuri che fu lui il primo ad aver utilizzato questa tecnica di stampa??

    Dovete sapere che, in realtà, un certo Chae Yun-ui, ufficiale della dinastia Goryeo in Corea, nel 1234 utilizzava già i caratteri mobili in metallo (quelli in legno erano utilizzati già da moltissimo tempo). Duecento anni prima di Gutenberg.
    Caratteri metallici mobili 

    Johann Gutenberg ha solo l'onore  di aver rivoluzionato la tecnica di stampa  in Europa (parliamo del 1440), ma non fu certamente il primo ad utilizzarla.

    Naturalmente le due tecniche di stampa (asiatica e europea) non sono proprio uguali, e occorre riconoscere che la stampa a caratteri mobili di Gutenberg  era molto più avanzata e pratica dell'altra. Con il tempo infatti anche in Asia si cominciò a diffondere ed utilizzare la tecnica europea di Gutenberg .

    Carla 

    mercoledì 24 giugno 2015

    book tag #3

    Eccoci con il terzo appuntamento con questo tag dedicato ai libri che pubblicherò di continuo quando avrò tempo.... Speriamo di non dimenticarci!!! Sarà composto da 30 post, poichè ci sono 30 domande. In pratica una domanda per post!! Devo dire che il tag non è di mia invenzione ma l'ho trovato girovagando per alcuni blog :)

    Eccovi le 30 domande:
    1) Il tuo libro preferito
    2) La tua citazione preferita
    3) Il tuo personaggio preferito di un libro che hai letto
    4) Il libro più brutto che tu abbia mai letto (lo spunto di oggi)
    5) Il libro più lungo che tu abbia mai letto.
    6) il libro più corto che tu abbia mai letto.
    7) Il libro che ti descrive.
    8) Un libro che consiglieresti.

    domenica 21 giugno 2015

    Ho finito un libro #21

    Ho letto:

    •  I due volti di Anny di Stefano Procopio



    Si tratta di un breve racconto ( 40 pagine in formato pdf) scaricabile al prezzo di 1.99€ (ora che scrivo è in promo a 0.99€) dal sito http://www.wizardsandblackholes.it/ ). Io ho potuto leggerlo gratuitamente, grazie proprio Wizards & BlackHoles avendo partecipato tempo fa ad un concorso.

    Che ne penso? Mi è piaciuto, l'unica cosa è che  è finito troppo in fretta, ma in fondo è un racconto!. 
    (Per la cronaca ho iniziato a leggerlo mentre aspettavo il tram, e quando sono scesa lo avevo finito!!).
    Io avrei sviluppato meglio il finale, mi sembra che l'autore voglia concludere la storia troppo in fretta, ma per il resto lo promuovo!
    Un racconto ben scritto ed efficace

    Quante stelline?

    Se vi va fate un giro sul sito Wizards & BlackHoles, e se volete leggere un racconto ma non sapete decidervi, potete fare un test per scoprire l'ebook perfetto per i vostri gusti qui:
    Ciao a tutti

    Carla

    mercoledì 17 giugno 2015

    Ho finito un libro #20

    Ho letto:

      • Il codice da Vinci di Dan Brown


      Dopo Angeli e Demoni ( qui il voto) mi sono dedicata alla lettura del secondo capitolo della saga di Robert Langdon: Il codice da Vinci.
      La trama di fondo è troppo simile al libo precedente. Robert che corre da una parta all'altra di una città alla ricerca di qualcosa, accompagnato da una bella e intelligentissima ragazza.
      Ma se il prima libro mi aveva entusiasmato, questo non molto.
      In tanti dicono sia migliore del precedente, ma secondo me no.
      Quindi mezza stellina in meno!!! 


      E voi che ne pensate? Vi è piaciuto???

      A presto

      Carla

      lunedì 15 giugno 2015

      Solari Hawaiian Tropic Silk Hydration

      Ho avuto l'occasione di provare, insieme ad altre 1500 trnder, la linea di protezione solare Hawaiian Tropic Silk Hydration.

      • 1 Hawaiian Tropic Silk Hydration SPF 30 (180 ml)
      • 1 Hawaiian Tropic Silk Hydration After Sun (180 ml)

      hawaiian-resoconti

      Alcune Informazioni:
      All'interno sono presenti dei nastri di seta idratanti che mantengono la pelle idratata a lungo.
      Non ci crederete, ma grazie alla confezione completamente trasparente i nastri di seta si vedono veramente. 
      I nastri racchiudono le proteine naturali della seta per donare alla pelle un'idratazione continua, non solo durante l'esposizione al sole, ma anche dopo.